Passione Acquario in Lombardia

Sei alla ricerca di un nuovo hobby ma proprio non riesci a prendere una decisione? Hai mai pensato di dedicarti alla cura di un acquario? Un piccolo spazio blu, in casa tua, capace di rallegrare gli ambienti, con discrezione, e di aiutarti a rilassare, offrendoti un piacevole passatempo. Un’idea perfetta per riportare in casa uno spicchio di mare nelle lunghe giornate del freddo inverno lombardo.

Passione acquario

Sono tantissimi gli abitanti della Lombardia che nelle proprie case ospitano un acquario. Dalla boccia di vetro con il pesciolino rosso a vere e proprie riproduzioni di ambienti marini lontani, gli unici limiti per la realizzazione di questi spazio blu sono dettati dallo spazio fisico di casa e dalla proprio tempo libero. L’acquario domestico è un elemento capace di affascinare tutti i componenti della famiglia e che richiede alcune piccole attenzioni per un risultato perfetto. Tra queste la massima cura ad alcuni aspetti, come il cambio del filtro dell’acquario che possono essere acquistati anche on line con un semplice click su portali come PetIngros.it che offre un’ampia scelta di prodotti.

Non solo pesci

Tra gli errori che si commettono più di frequente c’è quello di considerare i pesciolini l’elemento unico intorno al quale costruire l’acquario. In realtà, il procedimento è inverso. Vanno prima realizzati gli spazi e solo infine la nostra attenzione potrà essere spostata sugli abitanti marini. Quanto deve essere grande il nostro acquario e come riempirlo? Sono solo alcune delle domande che è opportuno porsi prima di procedere all’acquisto di tutte le attrezzature necessarie per il nostro piccolo angolo blu.

Come allestire un acquario

La prima scelta da fare è quella che interessa la tipologia di acqua da utilizzare. Acqua dolce per ricreare ambientazioni simili a quelle di laghi e fiumi e di conseguenza adattare i nostri pesci a questa scelta? O meglio acqua salata, dove poter far immergere pesci del Bacino mediterraneo o coloratissimi e vivacissimi pesci tropicali? Questi ultimi, c’è da dire, che sono molto delicati e richiedono qualche attenzione in più, oltre che un po’ di spazio in più perché vanno accompagnati da coralli e rocce vive.

Quanta acqua serve?

Una vasca marina deve essere riempita almeno con 200 litri di acqua e deve mantenere costanti alcuni aspetti fondamentali, come la durezza e l’acidità dell’ambiente. La ricerca della costanza è semplificata dalla grande quantità di acqua che viene utilizzata. In realtà, c’è un modo per semplificare il tutto ed è scegliere di allestire un acquario di acqua dolce. Anche un acquario di acqua dolce tropicale. E’ molto più semplice da gestire, meno ingombrante e può essere riempito con circa 50 litri di acqua.

La terza via

Esiste anche una terza strada: l’acquario di acqua salmastra che si realizza utilizzando un mix di acqua dolce e di acqua salina. La soluzione che punta all’acqua dolce, però, rimane la più facile da gestire. E’ quella perfetta per il nostro classico pesce rosso. Attenzione anche alle dimensioni della vasca, non lasciatevi ingannare: le più piccole richiedono una maggiore manutenzione. L’ideale è una vasca capiente, capace di contenere circa 40 o 50 litri di acqua.

Dove sistemare la vasca?

La prima cosa da curare è la base, che dovrà essere particolarmente solida perché con l’aggiunta dell’acqua il peso della nostra vasca sarà elevato. Dove posizionarla? Lontano dalla luce diretta, anche perché il rischio è quello di andare incontro a frequenti alterazioni della temperatura davvero dannose per i nostri pesciolini.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *