Pavimenti di casa: tutti pazzi per l’effetto “industriale” e l’ecologia

Ogni periodo storico ha i suoi temi caldi e le sue problematiche. Quello dei nostri tempi, tra i tanti, è l’ecologia perché oramai i rapporti scientifici sono diventati più allarmanti che mai. Per la tutela del pianeta si assiste, fortunatamente, ad un avanzare di gruppi di persone che fanno ciò che possono semplicemente nella loro quotidianità. Sempre più persone si sono interessate a come cambiare uno stile di vita in ottica di riduzione di sprechi e di integrazione del riuso. Quello che oggi il mercato offre in tema di arredamento è un nuovo modo di concepire la casa, ovvero quello di un ambiente a basso impatto ambientale sia fuori che dentro. Per i pavimenti tutto ciò è stato possibile grazie alle tecnologie del settore edilizio che vediamo qui di seguito.

I pavimenti sul mercato oggi: innovazione e intelligenza

I sistemi attuali di pavimentazioni interne, quelli destinati ad uno domestico principalmente, sono caratterizzati non solo dal design moderno ed innovativo ma anche da alcune “funzionalità” aggiuntive e che costituiscono il vero trend nel settore. Difatti oggi la scelta avviene anche in base alle caratteristiche che rendono il pavimento efficiente e anti-spreco circa consumi, durevolezza e capacità di isolamento. I modelli più recenti in materia di pavimentazioni interne sono infatti dotati di sistemi di isolamento termico ed acustico oltre che di livelli bassissimi di porosità e di resistenza agli agenti esterni. I sistemi attuali più evoluti, quindi, sono pensati per integrarsi con il sistema energetico della casa e proteggerla dal pericolo maggiore: le infiltrazioni.

…e l’estetica?

L’estetica è pur sempre una questione di gusto personale quindi sul mercato si trova un po’ di tutto. Ciò che fa tendenza, tuttavia, è lo stile che richiama le tecniche di costruzione industriali, quelle delle pavimentazioni continue lisce e estese. Spariscono i piatti doccia in ceramica per fare posto a pavimentazioni in cemento che, con speciali tecniche di spatolatura e rifinitura si trasforma in un pavimento continuo inclinato verso lo scarico e così via… Liscio, durevole e in muratura sono gli aggettivi che caratterizzano le tendenze di arredo grazie alla fusione dell’edilizia industriale con quella domestica. In questo quadro si colloca l’esigenza di integrare i sistemi di riscaldamento, idraulici ed elettrici di tipo domestico con le nuove tecniche di pavimentazione per cui, in molti casi, tutto si rivela studiato per essere perfettamente compatibile. Le persone hanno compreso quanto l’efficienza energetica sia un punto a favore per il mantenimento in buono stato della casa e per risparmiare cifre molto interessanti sul lungo periodo. Questo tipo di benefici si ripercuote anche sulla collettività perché contribuisce a preservare la salute del pianeta.

Il vecchio, il nuovo e l’ecologia

Non tutto ciò che è nuovo, tuttavia, si rivela la migliore delle scelte per la propria casa. Se c’è una cosa che si verifica spesso in fatto di “mode”, molto spesso i nuovi trend riciclano vecchi modelli migliorandone i difetti e innovandone le caratteristiche. La stessa cosa si è verificata per il linoleum, la pavimentazione continua a basso impatto ambientale che per tanto tempo è andata molto in voga. Sul portale più aggiornato  e autorevole del web in tema di casa, Rifarecasa.it, abbiamo trovato interessanti informazioni sui prezzi e sui migliori marchi a cui chiedere un preventivo. Il pavimento in lineoleum è anti-graffio e costituito solitamente da olio di semi di lino, juta e sughero. Si tratta di un pavimento al 100% eco friendly e privo di elementi chimici dalle interessanti capacità termoisolanti e fonoassorbenti. Queste caratteristiche hanno fatto si che sia stato altamente impiegato per palazzetti, uffici, centri estetici e ospedali.

Va bene per la casa?

Si tratta di una tecnica di pavimentazione davvero versatile, per cui va benissimo per la casa come per posti pubblici come ristoranti, bar o studi professionali. Per la casa va molto di moda l’effetto “tavole di legno” che da l”idea di un raffinatissimo parquet e per cui si trovano numerosissime tonalità e differenti sfumature. Si pulisce con acqua, straccio e detergente specifico ed essendo privo di fughe impiegherete la metà del tempo rispetto alle mattonelle tradizionali. La scelta è molto ampia e il prezzo parte dai venti euro al metro quadro, quindi in perfetta sintonia per chi ha budget ridotti. Se volete saperne di più sui pavimenti in linoleum date uno sguardo all’approfondimento su www.rifarecasa.com e scoprite tutti i vantaggi di questo tipo di pavimentazione, perfetto per chi cerca un sistema economico, ecologico e bassissima manutenzione.


Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *