Le aree di lavoro in cucina

Le cucine professionali sono da sempre suddivise in aree di lavoro, per organizzare al meglio il flusso di lavoro durante le varie fasi di preparazione del cibo. Vediamo quali sono.

Una cucina, per essere ben organizzata e in grado di funzionare nel migliore dei modi ha bisogno di essere suddivisa in diverse zone. Queste zone, che naturalmente possono operare in simbiosi senza nessun problema, sono suddivise sulla base di alcune considerazioni.

Zona servizio

La zona di servizio, è l’appendice della cucina che è direttamente a contatto con i camerieri che si occuperanno di servire il cibo preparato ai clienti. Spesso, un tavolo armadiato in acciaio inox divide la zona della cucina dalla zona dove i camerieri aspettano i piatti.

Questo tipo di tavolo, può essere presente all’interno della cucina in diversi formati e modelli. Infatti, esiste la possibilità che sia riscaldato o meno. In genere, nelle zone di servizio si tende ad inserire un tavolo armadiato senza riscaldamento, poiché la presenza di lampade riscaldanti sopra il tavolo rendono inutile questa sua caratteristica. Le lampade riscaldanti, hanno lo scopo di mantenere a una temperatura ideale il cibo prima che i camerieri lo portino ai commensali.

Zona di preparazione calda

Come è facile comprendere dal nome di questa zona, qui è dove si preparano tutti quei piatti che necessitano di essere cotti. In questa zona, sono presenti la griglia, il forno e il bollitore per la pasta. Una serie di tavoli e di credenze in acciaio inox, forniscono gli appoggi necessari alla preparazione del cibo.
In alcuni casi, è possibile che in questa zona vengano preparate delle basi che successivamente andranno utilizzate per la realizzazione di piatti serviti freddi.

Zona di preparazione fredda

In questa zona della cucina, si preparano tutti quei piatti che non necessitano di calore per essere elaborati. Un classico esempio è rappresentato dalle crudità o dai gelati. La presenza di molti frigoriferi e macchine per il sottovuoto, rendono facile comprendere che questa è la zona più fresca di tutta la cucina.
Alcune preparazioni come gli impasti possono essere realizzati in questa zona della cucina, per poi essere cotti nella zona delle preparazioni fredde. La pasta frolla e la pasta sfoglia ad esempio, è bene che siano preparate in una zona della cucina fresca e lontano dalle fonti di calore.

Zona di pulizia

In questa zona della cucina, mediante acqua corrente e lavastoviglie professionali si procede alla pulizia di tutto il materiale utilizzato per la preparazione della linea e durante il servizio. Come è facile immaginare, durante l’orario del servizio in questa zona della cucina gli addetti alla pulizia sono molto indaffarati. Gli utensili utilizzati dai cuochi e i piatti di servizio che rientrano dalla sala devono essere puliti nel più veloce tempo possibile, per permette a tutti di lavorare nel migliore dei modi.

Una cucina ben organizzata, è sicuramente una “macchina” che procede ben spedita e senza il bisogno di molto personale. Quando tutto è ben organizzato e disposto nel migliore dei modi, anche chi vi lavora ha la possibilità di operare nel migliore dei modi e senza troppo stress.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *