Come mantenere una buona postura e prevenire dolori e contratture durante il mercatino

Condividi su:

Mantenere una buona postura non è facile, soprattutto in un lavoro che richiede di stare spesso in piedi e per lunghe ore. Sia i lavori d’ufficio che quelli manuali rappresentano una sfida. Come facciamo a tenere il mento alto e le spalle indietro? Non è facile! Ecco perché è importante adottare misure preventive contro i dolori derivanti dal prolungato stare in piedi e seduti, nonché contro il rischio di sviluppare contratture dovute al troppo tempo trascorso in una posizione. Fortunatamente, ci sono delle misure che si possono adottare per alleviare le tensioni sul corpo. Questo post del blog tratta di tutto ciò che c’è da sapere per mantenere una buona postura al lavoro, grazie ai consigli di professionisti come il Dottor Mauro Bettani che possiamo raccogliere e raccontare i vari passaggi che permetteranno alla nostra postura di non causarci dolori.

Continuate a leggere per avere consigli su come evitare mal di schiena, dolori al collo e altri dolori dovuti al fatto di stare in piedi o seduti per troppo tempo, oltre a consigli per prevenire le contratture dovute ai frequenti movimenti durante la giornata.

Mantenere una buona postura al lavoro

Se soffrite di dolori durante la giornata lavorativa, la causa potrebbe essere una cattiva postura. Anche se può essere difficile ricordarsi di stare in piedi quando si è impegnati, ci sono alcuni modi per ricordarselo. Ad esempio, si possono apporre dei post-it sul computer per ricordarsi di stare seduti in posizione eretta. Oppure si può impostare una sveglia sul telefono che scatta ogni ora per ricordare di stare seduti dritti. La postura è un aspetto che può essere allenato con il tempo. Se avete difficoltà a stare seduti dritti, non scoraggiatevi. Con la pratica, sarete in grado di tornare a sedervi dritti in poco tempo! Mantenere una buona postura al lavoro può aiutare a ridurre il mal di schiena e altri problemi causati da una posizione seduta scorretta. Stare seduti in modo scorretto può infatti causare più danni che stare in piedi, soprattutto se lo si fa per un lungo periodo di tempo.

Stare in piedi correttamente

Innanzitutto, vediamo come stare in piedi correttamente. State in piedi con i piedi leggermente più larghi della larghezza delle anche, con le ginocchia leggermente piegate. Cercate di mantenere il peso sui talloni; in questo modo eviterete di ondeggiare avanti e indietro. Se state in piedi per lunghi periodi di tempo, potete mettere un piccolo poggiapiedi sotto un piede per sollevare il tallone in modo da non stare in piedi sulle palle dei piedi. Assicuratevi di cambiare di tanto in tanto il piede che si trova sullo sgabello, in modo che entrambi i piedi si riposino allo stesso modo. Poi abbiamo la posizione corretta delle braccia per stare in piedi. Mettete le mani sui fianchi con i gomiti leggermente piegati. Assicuratevi che i gomiti siano vicini al corpo e non distanti dai lati. Questo vi aiuterà a mantenere una posizione eretta.

Camminare, fare stretching e usare una scrivania in piedi

Camminare è un’ottima scelta per fare una pausa da una posizione sedentaria. Può aiutare a migliorare la circolazione e a mantenere la muscolatura sciolta e flessibile. Tuttavia, non è consigliabile camminare mentre si è al telefono o mentre si è stressati. Trovate invece un momento in cui potete camminare lentamente e con calma e in cui non siete distratti da una telefonata o da un’altra conversazione. Lo stretching è un altro ottimo modo per rilassare i muscoli e ridurre la tensione. Ci sono molti modi diversi per fare stretching mentre si è in piedi. Ecco alcuni suggerimenti: – State in piedi con le gambe unite e le braccia lungo i fianchi. Inspirate profondamente e poi espirate. Quando si espira, le ginocchia si piegano leggermente e le braccia si abbassano sui fianchi. Sollevate il petto verso il soffitto e tirate indietro le spalle. – State in piedi, con le gambe unite e le braccia lungo i fianchi. Inspirate profondamente e poi espirate. Quando si lascia andare il respiro, ci si piega in avanti sui fianchi, allungando la punta delle dita verso il pavimento e mantenendo la schiena e le gambe completamente dritte. Mantenete questa posizione per 20 secondi. – Alzatevi in piedi con le gambe unite e le braccia lungo i fianchi. Inspirate profondamente e poi espirate. Quando si lascia andare il respiro, ci si piega in avanti sui fianchi, allungando la punta delle dita verso il pavimento e piegando le ginocchia in modo che la schiena sia leggermente piegata. Mantenete questa posizione per 20 secondi.

Usare una buona sedia

Se trascorrete la maggior parte della giornata seduti a una scrivania, dovete assicurarvi di utilizzare una buona sedia. Ciò significa utilizzare una sedia con un buon supporto lombare e con braccioli dell’altezza giusta. Se la sedia non ha un buon supporto lombare, si può usare un piccolo cuscino per sostenere la schiena. Si può anche sostenere la schiena sedendosi con un piccolo poggiapiedi sotto un piede. Se avete una sedia con i braccioli troppo alti, potete posizionare un cuscino sotto i braccioli.

Fare frequenti pause posturali

Quando si sta alla scrivania o in qualsiasi altra posizione seduta o in piedi per un po’ di tempo, è importante fare delle pause. Anche se durante il lavoro ci si muove, molte persone trascorrono un tempo eccessivo sedute o in piedi in un’unica posizione. Questo può causare dolori alla schiena, alle gambe, ai piedi e ad altre zone del corpo. Per prevenire il dolore, la frequenza delle pause posturali non dipende necessariamente dalla quantità di tempo in cui si sta seduti o in piedi. A coloro che svolgono lavori sedentari, come gli impiegati, si consiglia di fare frequenti e brevi pause dalla seduta. Queste pause possono comprendere semplici movimenti come camminare, fare stretching o ruotare la parte superiore del corpo da un lato all’altro. Possono anche includere esercizi leggeri e a basso impatto, come lo yoga.

Conclusione

Per le persone che lavorano in piedi o che stanno sedute per lunghi periodi di tempo è importante mantenere una buona postura. Una postura scorretta può causare dolore e disagio, con conseguenti problemi sul lavoro e nella vita privata. Ci sono alcuni modi per prevenire la cattiva postura. Innanzitutto, assicuratevi di adottare una postura corretta quando siete seduti o in piedi. Durante la giornata lavorativa, inoltre, è possibile fare delle pause per rilassare i muscoli e farli riposare.


Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.